Associazione Amici Azawak

Accesso all'acqua nel Niger e nell'Azawak


Pozzo pastorale
  • L'accesso all’acqua e in particolare all’acqua potabile costituisce uno dei problemi principali presenti sul tutto il territorio del Niger, il problema è tuttavia particolarmente rilevante nelle regioni del nord e del centro.
  • Il tasso di accesso acqua potabile della popolazione del Niger è aumentato dal 43% del 2000 al 68,7% nel 2005.
  • Nelle aree urbane, questo tasso è del 96,7% contro il 60,3% delle aree rurali.
  • Si rileva inoltre che il 91% delle famiglie urbane utilizza acqua di rubinetto contro l'8% nelle zone rurali.
  • Nelle zone rurali la disponibilità di acqua per la pastorizia è molto limitata.
  • Il Niger dispone di solo 25.112 punti moderni di accesso all’acqua, di cui 13 672 sono pozzi cementati, 7.167 pozzi dotati di pompa manuale.
  • Le principali difficoltà che ostacolano gli sforzi per ridurre significativamente la percentuale di persone senza accesso all'acqua potabile sono:
  • . piogge irregolari contesto idrogeologico particolarmente difficile
  • . profondità eccessiva di accesso alle falde acquifere
  • . elevati costi di investimento delle infrastrutture idriche e scarsa capacità di sviluppare la rete di approvvigionamento idrico
  • . mezzi rudimentali di drenaggio nelle zone rurali.
  • Nelle zone rurali, le azioni da intraprendere sono: ottimizzare la gestione delle azioni comunitarie che porterà ad una piena partecipazione del pubblico alla progettazione, implementazione, manutenzione e monitoraggio dei punti d'acqua; il coinvolgimento del settore privato e la promozione delle tecnologie a costi contenuti per garantire la sostenibilità degli interventi, il rafforzamento della capacità nazionale (governo, società civile e settore privato) per una migliore gestione delle risorse idriche e infrastrutture idriche.

    Nell'Azawak la disponibilità di acqua è individuabile in acque superficiali (puisard) e sotterranee (falde acquifere).
  • Le acque superficiali sono rappresentate da pozze d’acqua piovana (puisard) che si formano durante la stagione delle piogge, durano solo alcuni mesi all’anno e spesso non arrivano fino alla stagione successiva.
  • Le falde acquifere sotterranee si trovano ad almeno 80 metri di profondità.

    La situazione del comune di Abalak rispetto al piano idraulico è così definita:
  • 51 punti di acqua (mares) semipermanenti e un notevole numero di puisard;
  • 268 pozzi (di cui 100 cementati e 168 tradizionali);
  • una adduzione di acqua potabile al centro urbano di Abalak con 28 fontanelle nel centro urbano di Abalak;
  • 15 stazioni di pompaggio (di cui 3 private.
  • Il comune non dispone di sistemi di raccolta e trattamento dei rifiuti solidi e liquidi.
  • Secondo il Distretto sanitario solo il 12% degli utilizzatori ha un sistema di smaltimento dell’acqua adeguato, il 20% utilizza un adeguato sistema di smaltimento degli escrementi e nessuno utilizza un adeguato sistema di smaltimento dei rifiuti solidi.
  • IL tasso di copertura dell’acqua potabile è del 42% nel 2006, secondo il servizio dipartimentale dell’idraulica.

    Progetti realizzati
  • Lo scavo dei pozzi è uno degli ambiti in cui in questi anni si sono sviluppati e realizzati diversi interventi di cooperazione internazionale in collaborazione con ONG e Istituzioni locali.

    Pozzo Tan Barogane
  • Nel 2009 è stato ultimato il Pozzo nel Villaggio di Tan Barogane a 15 KM da Abalak, il pozzo è profondo circa 90 metri ed è stato costruito su iniziativa delle autorità del Villaggio e del capo tradizionale con il sostegno dell’ONG Brownsea e di altri gruppi e associazioni tra cui la FIMP (Federazione Italiana Pediatri Lombardi).

    Pozzo di Barkechkane
  • Nel 2004 viene ultimato lo scavo del Pozzo nella Valle di Barkechkane nell’ambito della collaborazione tra l’ONG locale PDR e l’Associazione Les Cultures di Lecco.

    Pozzo di Fakaya
  • Nel 2004 si conclude lo scavo del Pozzo di Fakaya nell’ambito della collaborazione tra l’ONG locale PDR e l’Associazione Les Cultures di Lecco.


Sostieni i progetti dell'Associazione con il 5 X 1000

Per destinare il 5 X 1000 dell'imposta sul reddito delle persone fisiche ai progetti dell'Associazione, inserisci il codice fiscale di Associazione Amici Azawak nell'apposito riquadro del 5 X 1000 presente su tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi (Modello Unico, 730, CUD, ecc.), e apponi la tua firma.

C.F. Associazione Amici Azawak 97548880158

Come contribuire

  • L’Associazione si autofinanzia attraverso il contributo volontario dei soci. Tutte le risorse economiche,rese disponibili da parte di amici sostenitori e partner, sono destinate al finanziamento delle attività e dei progetti previsti dai piani di sviluppo del Comune di Abalak.
  • I contributi, fiscalmente deducibili, possono essere versati sul conto intestato a Associazione Amici Azawak presso Banca Etica sede di Milano, precisando il progetto che si intende finanziare.
  • IBAN IT07W0501801600000000132296
Amici-Azawak